Eccomi qua… prima di tutto sono un cuoco, poi uno chef.

Un lungo percorso professionale mi ha portato ad essere quello che sono oggi, un percorso costellato di esperienze sempre diverse, impegno costante e tanta, tantissima passione.

Un percorso che non è ancora finito, ma che è sempre in divenire.

Perché la cucina non è solo un bel piatto da fotografare. Cucinare vuol dire puntare sempre all’eccellenza, mantenendo costanti la curiosità e l’umiltà che servono per creare ogni volta qualcosa di diverso, creare qualcosa di unico.

La mia passione nasce presso l'istituto alberghiero di Adria e con le "stagioni" al mare da adolescente, con gli stage e i weekend da aiuto pizzaiolo, aiuto cuoco, commis di cucina.

L'occasione di crescere arriva con l'esperienza come aiuto cuoco alla Trattoria da Vegro di Cona (Ve): qui nasce il mio amore per la cucina tradizionale, quella senza fronzoli, dove una buona parte del lavoro è l'approvvigionamento di ottime materie prime e dove imparo che come cuoco ho il sacro dovere di non sprecare quelle materie, ma di valorizzarle, per renderle protagoniste.

Ma poi ho voglia di cambiare, di vedere nuove cucine, di imparare da chiunque: lavoro in hotel, ristoranti, piccole trattorie e persino in ristorazione collettiva.

Tutto mi insegna qualcosa: passione, duro lavoro, sacrificio.

È dopo questo bagaglio di esperienze, lungo vent'anni, che arrivo dove sono ora.

Oggi sono uno degli chef di Trattoria Orazio, a Padova. Aperta nel 1957, è una delle attività storiche della città. Con un team giovane e dinamico, ci dedichiamo a quello che non è solo il nostro lavoro, ma anche, e soprattutto, la nostra passione: la cucina della tradizione veneta, resa attuale ma mai snaturata.

( lucapilottochef )

 
 
 

© 2018 by Pilotto Luca . Proudly created by

  • facebook
  • instagram
logo-Davideweb-trasparente.png